Cerca
  • esamearchitetto

Edifici Zero Energy NZEB: la definizione influenza la loro progettazione e realizzazione?



Nella rifusione della direttiva sul rendimento energetico degli edifici (EPBD, 2010/31 / UE), il termine edificio a energia quasi zero (comunemente abbreviato in NZEB) è stato introdotto e definito come un "edificio che ha una prestazione energetica molto elevata ... il quasi zero oppure una quantità molto bassa di energia richiesta che dovrebbe essere coperta in misura molto significativa da energia da fonti rinnovabili, compresa l'energia da fonti rinnovabili prodotta in loco o nelle vicinanze ”(Art. 2). La Direttiva stabilisce che, da gennaio 2019 per gli edifici pubblici e da gennaio 2021 per gli altri, tutte le nuove costruzioni dovrebbero raggiungere l'obiettivo NZEB definito a livello nazionale. L'articolo 9 dell'EPBD continua a richiedere agli Stati membri non solo di stabilire uno standard nazionale per NZEB, ma anche di promuovere attivamente una maggiore diffusione da parte del mercato di tali edifici.

Il dibattito sulla definizione di NZEB attraversa i confini dell'UE e coinvolge la comunità tecnica e scientifica internazionale. Diversi governi dell'UE ed extra UE hanno stabilito politiche e obiettivi ambiziosi affinché gli edifici a energia zero (ZEB) diventino standard o comuni. Per descrivere questi edifici a bassissimo consumo energetico viene utilizzata una serie di termini, tra cui: edificio a energia zero, edificio a energia quasi zero, energia netta zero, zero carbonio, energia zero, zero carbonio netto e zero energia netta. Nonostante la leggera differenza nei nomi, questi edifici puntano tutti a consumi o emissioni zero. Inoltre, qualsiasi energia consumata all'interno dell'edificio sarà compensata da fonti rinnovabili, solitamente in loco. Sfortunatamente, poiché le iniziative hanno definizioni diverse della metrica zero e diversi limiti di consumo e produzione di energia, il confronto diretto tra gli schemi è problematico.

Per comprendere le prestazioni energetiche degli edifici ad alta prestazione energetica, è fondamentale stabilire i fattori che fanno la differenza nelle fasi di progettazione e costruzione e durante l'intero ciclo di vita dell'edificio, quali:


- Limiti per l'uso dell'energia: le definizioni di energia regolamentata o gli usi finali inclusi o esclusi nel consumo energetico totale variano a seconda delle diverse politiche. Quasi tutti gli standard e le definizioni europee escludono i carichi a spina dal fabbisogno energetico dell'edificio calcolato poiché questi carichi non sono permanenti nella struttura dell'edificio. Altri standard e sistemi di contabilità energetica includono tutta l'energia consumata all'interno di un edificio; queste metodologie considerano solitamente il consumo energetico dell'intero edificio. Esistono anche differenze tra quelli che sono considerati appropriati sistemi di energia rinnovabile in loco per compensare il consumo di energia. Tutti i calcoli degli Stati membri dell'UE consentono un numero relativamente ridotto di soluzioni, come pannelli solari termici per acqua calda sanitaria o supporto al riscaldamento, fotovoltaico per autoconsumo, caldaie a biomassa e alcuni tipi di pompe di calore;


-Uso e / o consumo di energia: mentre la maggior parte delle definizioni NZEB considera solo l'energia utilizzata e generata nel corso di un anno, alcune regioni, come lo stato americano della California, con mercati ZEB in rapida crescita, incluso il solare fotovoltaico, hanno introdotto il tempo dipendenza come fattore significativo da valutare. Ciò consente un ulteriore vantaggio dai sistemi di energia rinnovabile in loco durante i picchi di domanda in un vicinato o nella rete di distribuzione di servizi pubblici;

-la selezione delle metriche: alcune definizioni NZEB utilizzano zero carbonio invece di zero energia. Le due metriche richiedono significative ricerche aggiuntive e analisi quantitative per comprendere i loro diversi impatti e le interazioni tra energia e carbonio.



Uno dei progetti finanziati dall'IEE che ha esplorato NZEB è stato ZEBRA2020; si è conclusa nel 2016 e ha prodotto importanti risultati:

-uno strumento di dati online che fornisce informazioni uniche sullo sviluppo del mercato NZEB, caratteristiche NZEB e un tracker NZEB online basato su una serie di criteri che valuta la maturità del mercato NZEB e visualizza dinamicamente i mercati NZEB nazionali. Il tracker ha mostrato un divario sostanziale nella maturità del mercato che ha fino al 2019/2021 prima della chiusura;


-due aspetti comuni che ostacolano il pieno sviluppo della maturità del mercato delle costruzioni NZEB e vanno oltre le differenze nazionali sono la mancanza di conoscenze professionali e schemi di finanziamento. Da un lato, sono necessari incentivi economici e programmi pilota per guidare la transizione del mercato agli NZEB, mentre dall'altro è stata individuata una mancanza di conoscenza ed esperienza professionale. La maggior parte dei paesi esaminati nel progetto ha evidenziato ostacoli alla diffusione di soluzioni tecniche innovative per il risparmio energetico tra progettisti e professionisti dell'edilizia, nonché una generale mancanza di conoscenza.

Per affrontare questi problemi, il progetto H2020 PROF / TRAC ha esaminato la necessità di definire e mappare le competenze NZEB in modo armonizzato tra i settori di lavoro. Lo schema di qualifica elenca le tecnologie e le competenze essenziali richieste per i professionisti che si occupano di NZEB, classificati nelle seguenti aree di competenza: gestione energetica, produzione di energia, riduzione di energia e competenze interdisciplinari. Le competenze specifiche, denominate qualifiche, descrivono in modo più dettagliato le conoscenze, le abilità e il comportamento richiesti da un professionista NZEB.

Per aiutare le principali parti interessate ad acquisire una migliore comprensione dei vantaggi di NZEB e per identificare schemi finanziari innovativi e soluzioni convenienti per la ristrutturazione e la costruzione di edifici pubblici, il Progetto eCentral di INTERREG Central Europe ha esplorato una serie di pan- Iniziative europee NZEB. Il progetto mira a superare la barriera comune della limitata capacità finanziaria per nuovi NZEB e ristrutturazioni. Si stanno sviluppando e testando schemi finanziari innovativi come fattore chiave per progetti di successo.

Incoraggiare nuove costruzioni e ristrutturazioni importanti e profonde che si sforzano di raggiungere i livelli di prestazioni NZEB è fondamentale per raggiungere lo scenario del patrimonio edilizio decarbonizzato.

https://www.buildup.eu/node/56943

81 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti